Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies.
00

[Piaggio] Montaggio dell'albero motore

di odilliack 5720

Etichette: scooter | tuning | montare Colleziona

Premessa: la versione originale di questo tutorial era ricca di foto, purtroppo sono andate perdute, appena ne avrò la possibilità la correderò con foto nuove.

Iniziamo ad entrare nell'argomento. L’albero motore di uno scooter, il componente che trasforma il movimento rettilineo del pistone in un movimento rotante, può essere considerato il cuore del motore, assieme al gruppo termico.

Si sa che se questo importante pezzo del motore si può "fratturare" rompendo la biella, andando incontro a gravi danni in quanto al 99% dei casi si avrà anche un grippaggio del cilindro, e nel peggiore dei casi; la completa o quasi rovina dei carter. Questo spiacevole evento si può verificare quando il proprio albero motore non è abbastanza robusto per reggere un gruppo termico di una potenza elevata, quando quest'ultima aumenta, anche la forza esercitata sull'albero e sui cuscinetti di banco riceve una notevole impennata, causando di conseguenza la rottura della biella (in quanto è stata sottoposta ad uno stress troppo elevato).
Se si vuole rimanere più tranquilli montando un motore spinto, è consigliato cambiare albero con uno più resistente e magari anche a spalle piene, e insieme a questo anche i relativi cuscinetti di banco, montandone un paio con una maggiore tolleranza. Non si può dire di preciso con che motori bisogna cambiare albero e con quali no. Dipende molto dalla manutenzione, il chilometraggio subito dall’albero originale ecc... Si può comunque dire una cosa; la scelta dell'albero motore come gia detto fa effettuata in base al gruppo termico che si monta, quando si sorpassa un certo quantitativo di cv (15-16) è ora di pensare a questo importante fattore.
Un albero motore piaggio originale, abbastanza buono gia per sè, può facilmente sopportare un gruppo termico 70cc intermedio, se non ha percorso troppi chilometri (più di 15mila). Se si vuole montare un gruppo termico Trofeo, è consigliato cambiare albero e sopratutto i cuscinetti; i regimi saranno molto elevati ed è meglio evitare di rompere un gruppo termico così costoso, vi consigliamo di ambientarvi su di un albero motore a spalle piene, ancor più resistente.

 

 

ATTENZIONE! Solo per scooter col blocco motore di tipo piaggio..verificate prima di procedere! ;)


La sostituzione dell’albero motore viene considerata l’operazione di smontaggio/montaggio più difficile da operare su di uno scooter, in effetti è un lavoro non breve, e deve essere eseguito con una precisione quasi chirurgica. La cosa veramente molto importante quando si esegue questa operazione è una sola; la pazienza.Bisogna essere estremamente calmi durante tutto il lungo percorso nella quale ci si sta inoltrando.

 

Occorrente:

Albero motore da montare
Se possibile con relativi cuscinetti di banco nuovi
-Estrattore
-Paraoli nuovi
-Grasso per cuscinetti
-Guarnizione liquida (pasta rossa)
-Kit di chiavi per smontare il variatore, la frizione, il volano e tutte le varie viti e bulloni
-Cannello / Fohn potente
-Attrezzi per pulire adeguatamente la zona presso la quale si andrà ad intervenire

 

Come procedere

  1. La prima cosa da fare è quella di smontare il blocco motore dallo scooter. In seguito bisogna togliere il gruppo termico, e tutto il gruppo alimentazione. Dopo di che provvederemo a svuotare tutto il carter lato trasmissione, inclusi i rapporti. Adesso puliamo per bene il carter con una spugna e della benzina, per poter lavorare meglio. Eseguite queste semplici operazioni il blocco motore ci si presenterà cosi
  2. Ora ci apprestiamo a smontare il volano, attaccato all'albero motore.
  3. Per togliere il bullone si può usare una pistola ad aria compressa, oppure un blocca - pistone, ma siccome noi abbiamo gia tolto tutto il gruppo termico blocchiamo la biella, inserendo una brugola lunga nello spinotto di quest'ultima.
  4. Fatto ciò il volano non è ancora estraibile, per toglierlo bisogna utilizzare un estrattore. Se guardate bene vedete che l’estremità dell’albero è filettata, li avvitiamo l’estrattore (non tutto). In seguito avvitiamo il bullone sopra l’estrattore, in modo che spinga contro l’estremità dell’albero, finche non si toglie il volano.
  5. Adesso possiamo vedere lo statore con le 6 spole (cerchi verdi). Lo statore è fissato mediante 3 viti (cerchi blu), che si possono togliere facilmente. Una volta tolto lo statore, il carter è praticamente vuoto da questa parte, ci sono solo le viti che tengono insieme i carter (cerchi rossi). Possiamo anche vedere il vecchio paraolio, attorno all’albero motore.
  6. Queste viti che tengono assieme i carter le togliamo facilmente con una chiave inglese. Adesso possiamo facilmente vedere il ferma volano, (cerchio blu) questo si può togliere facilmente dall’albero, non bisogna assolutamente buttare questo pezzo, in seguito verrà riposto insieme all'albero nuovo.
  7. Ora iniziamo a riscaldare per bene i carter preferibilmente con un cannello, così il metallo si dilata e sarà più facile aprire i carter. Quando è abbastanza caldo diamo dei leggeri colpetti con un martello di gomma contro i prigionieri del cilindro del semicarter piccolo (più semplice del semicarter grande). Questo deve staccarsi senza troppa fatica. Poi provate a tirare con le mani (riparate da guanti, perchè è molto caldo il carter!) il carter piccolo, che dopo un paio di colpetti si dovrebbe poter staccare anche con le mani. Fatto questo i 2 semicarter si presentano come poco sotto.
  8. Poco sopra potete vedere la pompa del liquido (cerchio verde) e il relativo alloggiamento (cerchio rosso). Se l’albero motore è ancora nel semicarter grande, potete toglierlo, dando dei piccoli colpetti col martello di gomma.
  9. Adesso dobbiamo riscaldare ancora una volta per bene i carter, per poter inserire facilmente i cuscinetti di banco. Noi l’abbiamo fatto mettendo i carter sul fornello, ma se disponete di un forno funzionante è meglio riscaldarli nel forno. Quando il semicarter ha la temperatura giusta, bisogna metterci il cuscinetto, attenzione però; bisogna metterlo ben dritto! Se lo si inserisce storto il cuscinetto si incastra e bisogna toglierlo e riscaldarlo da capo. Se lo inserite storto riscaldate il semicarter con il cuscinetto dentro, così uscirà subito. Se inserito bene si presenterà cosi;
  10. Sarebbe bene mettere un pò di grasso tipo vasellina o grasso per cuscinetti sul cuscinetto, un pò di lubrificazione extra non guasta mai. Non mettete il grasso all’interno del cuscinetto però, perchè l’albero deve essere fissato bene nel cuscinetto, non deve scivolare. Seguono le altre due foto.
  11. Adesso prendiamo l’albero motore nuovo, che abbiamo lasciato nel freezer il giorno prima, questo perchè quando un metallo si raffredda, automaticamente si restringe, riscaldiamo un’altro pò i carter, ma non dalla parte dei cuscinetti, dato che ci abbiamo messo il grasso. In seguito facciamo entrare lentamente l’albero motore nel cuscinetto. Esistono persone che mettono prima i cuscinetti sull’albero, e poi mettono l’albero nel carter, ma lo sconsigliamo dato che poi sarà difficile far entrare i cuscinetti nella loro sede. Se lo fate nel modo usato da noi, vedrete questo;
  12. Per sicurezza controllate se l'albero è inserito bene nel cuscinetto, basterà girarlo appena; se rimane dritto e gira bene, allora è messo bene nel cuscinetto, in caso contrario no. Vedrete un piccolo spazio fra le spalle dell’albero e il carter (cerchio rosso in foto), ma questo è normale.
  13. Adesso lasciamo raffreddare questo semicarter, e iniziamo a scaldare l’altro; stiamo per chiudere i carter. Quando si è raffreddato il primo semicarter, ci applichiamo la guarnizione. Per fare questo si può utilizzare la "pasta rossa" (una pasta al silicone usata da tanti meccanici).
  14. Altre buone marche di guarnizioni sono il Bardahl, FD Plast e Locktite 5/6. La guarnizione bisogna metterla su tutto il bordo del semicarter, bisogna ricoprirlo completamente. Se ne entra un pochino nei carter non è grave, quindi non abbiate paura di mettercene troppa (non inondatelo comunque).
  15. Dopo aver riscaldato l’altro semicarter, lo "avvolgiamo" all’albero motore, con il cuscinetto già inserito. Attenzione a non "spalmare" troppo la guarnizione muovendo troppo il semicarter. Adesso stringiamo bene i carter, e aspettiamo che il semicarter caldo si raffreddi. Controlliamo che l’albero giri bene, e che non abbia gioco; attenzione, la biella può avere un pochino di gioco, è normale, ma l’albero stesso non ne deve assolutamente avere. Adesso rimettiamo le viti che uniscono i carter; fatto questo i carter si presenteranno alla nostra vista cosi;
  16. Dopo aver messo tutte le viti, dobbiamo mettere i paraoli (cerchio rosso in foto) e i cerchi di gomma che faranno si che non fuoriesca la miscela. Quello grande (a sinistra) va messo dalla parte del variatore, e quello piccolo (a destra) dalla parte dell’accensione. Prima li spingiamo per bene con le dita, e dopo per sicurezza gli diamo un leggerissimo colpettino con un martelletto di gomma
  17. Con motori Piaggio a liquido per mettere il paraolio dalla parte del variatore bisogna prima levare la pompa del liquido; questo perchè prima è necessario inserire il paraolio sull’albero motore, e in seguito l’ingranaggio su cui gira la cinghietta della pompa del liquido
  18. Per controllare se i paraoli sono messi bene, proviamo a soffiare nei 2 relativi buchi, per vedere se passa aria (e quindi dopo miscela...). Se non passa l’aria, va bene.
  19. Adesso possiamo iniziare a rimontare tutto, la trasmissione, l’accensione, il gruppo termico e il gruppo dell’alimentazione. Dopo di che possiamo rimontare il carter sotto lo scooter e, possiamo iniziare a girare con l'albero motore nuovo!

 

p.s: Questa guida non è stata scritta da me! L'ho trovata tempo fa e molto probabilmente si tratta della traduzione di una guida di scooter-freaks!

Ciao ! Lascia un tuo commento:

Pubblica