Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies.
00

Coltivare l'orto sul balcone

di flora 4542

Etichette: coltivare | pollice verde | orto | balcone Colleziona

Coltivare un piccolo orto sul balcone o sul terrazzo, costituisce uno di quei piccoli piaceri della vita a cui non si dovrebbe rinunciare e  che a detta di alcuni studi, allungherebbe anche la vita. Ecco una guida che vi spiega passo passo come farlo.

Piccoli piaceri. Già, coltivare ortaggi e frutta quali pomodori, insalata o fragole attiva diversi sensi:

  • la vista, i colori della terra sono uno spettacolo

  • il palato, la differenza con il prodotto da supermercato è sensibile

  • il tatto, "giocare" con la terra e con le piante è un'esperienza di contatto con la natura

ma anche gli altri sensi vengono sollecitati, e soprattutto l'esperienza è personale e differente per molti di noi.

La guida toccherà tutti i punti necessari per la corretta coltivazione dell'orto, come e cosa coltivare, l'attrezzatura necessaria,  e poi le materie prime, terriccio, semi, piantine, acqua, e le difese, possibilmente naturali, dalle minacce esterne, come i parassiti ed i funghi. Cliccando sul link è possibile sapere qualcosa di più generico sugli orti urbani.

Sgombriamo il campo da equivoci. Non è necessaria una metratura ampia. Conosco chi, con una piantina di fragole, ha tirato fuori un eccellente dessert estivo, e ne è rimasto talmente entusiasta tanto da raccontarlo a distanza di mesi. Abbiamo bisogno solo di qualche attrezzo e di un po' di buona volontà. Nel caso non fossi entusiasta di iniziare, ma so che lo sei, sappi che, al momento della raccolta, ma anche ai primi passi, quando le piantine incominciano a sbocciare, la soddisfazione sarà inaspettata e piacevole. E una giusta iniezione di autostima.

 

 

Di cosa ho bisogno per coltivare un orto sul terrazzo ?

Semplice. In questo caso:

  • di un balcone o di un terrazzo

  • di una buona esposizione di luce (almeno 4-6 ore al giorno); puoi coltivare il tuo orto anche con una scarsa esposizione, i prodotti che crescono in queste condizioni non mancano, ma per la maggior parte cresciamo piante grazie alla luce del sole. E in qualche caso ci possono venire in aiuto le altre finestre della casa, più esposte

  • vasi, attrezzatura, terra, semi, concime, antiparassitari

  • un po' di tempo, ma neanche troppo

  • un calendario

 

 

Cosa coltivare ?

Ovviamente decidi tu. Un valido parametro può essere lo spazio a disposizione. Se hai un terrazzo e dedichi dieci metri quadri avrai certamente più opportunità. Anche qui possiamo però aggiungere qualcosa al buon senso:

  • scegli ciò che ti piace di più, magari anche solo in termini cromatici

  • considera anche i muri e le ringhiere allo spazio disponibile. Coltivare piante rampicanti o da spalliera, con sviluppo in verticale, potrebbe permetterti una raccolta non indifferente (pomodori, melanzane, fragole, piselli ecc.)

Con poco spazio a disposizione puoi anche dirigerti verso specie "mignon", pomodorini, ma non solo. Se ti affidi ad un vivaio o un rivenditore specializzato, forse vorrai chiedere se sono OGM. Alcune specie mignon potrebbero esserlo.

Oppure puoi decidere di far condividere ai tuoi ortaggi/frutti, lo stesso invasamento. Esiste un certo criterio però, non tutte le specie possono essere messe vicine. Una questione di acqua, luce, parassiti.

 

Attrezzature

Innanzitutto i vasi: tondi o a cassetta, di piccole o grandi dimensioni, sarai tu a decidere quali, in base alle colture decise e allo spazio a disposizione. Vanno bene di qualsiasi materiale, meglio terracotta anche se un po' più costosi, purché con un foro alla base per lasciare defluire l'acqua in eccesso. Un occhio anche alla profondità. Ad esempio, le carote hanno bisogno di una buona profondità per mettere su radici.

Molto bene anche i contenitori in fibra (vita media due anni), perché riciclabili, ma ce ne sono anche in legno ed, in extrema ratio, anche in plastica.

 

Avrai poi bisogno di

  • portavasi o pensili, se necessario. Lo è un sottovaso, per raccogliere l'acqua in eccesso

  • canne o sostegni, per aiutare la crescita in verticale delle rampicanti. Utili anche i fili

  • guanti, annaffiatoio e vaporizzatore, forbici

  • foraterra, spargiseme, trapiantatoio. A parte l'ultimo, gli altri due sono attrezzi non strettamente necessari, di cui ti doterai per evitare al minimo errori nell'inseminazione

 

 

Fonte: greenme.it

Ciao ! Lascia un tuo commento:

Pubblica