Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies.
00

Guida ai LED e a Come Alimentarli

di Naso-87 7444

Etichette: led Colleziona

1. I LED

Cos’è un LED?
Il LED (Light Emitted Diode) è un diodo che ha la capacità di emettere un fascio di luce quando viene attraversato da corrente.
Dal punto di vista visivo, il LED si presenta come una “lampadina” da cui escono due fili. Un filo è più lungo dell’altro. Il più corto è il negativo (K=Catodo), il più lungo, invece, è il positivo (A=Anodo). Collegandolo al contrario, non si accende nulla ma evitate di farlo.

Ogni tipo di LED supporta fino ad un determinato valore di tensione( Volt-V-), dunque per evitare rischi è sempre buona norma non allontanarsi troppo da tali valori: se il led supporta un massimo di 3 volt, esso dovrà essere alimentato con un massimo di 3 volt. C'è la possibilità di downvoltare il LED ma è assolutamente pericoloso alimentarlo oltre al valore dichiarato
La caduta di tensione dei LED è relazionata al colore della luce che emettono, qua sotto piccoli esempi:
-rosso--> caduta di tensione 1.8
-giallo--> caduta di tensione 1.9
-verde-->caduta di tensione 2.0
Mentre questi provengono da Wikipedia ( se son sbagliati non è colpa mia)
-Blu-->caduta di tensione 3.5
-Flash Blu/Bianco-->caduta di tensione 3.0
-Ultravioletto-->caduta di tensione 4.0/4.5
-arancione-->caduta di tensione 2.0

Queste tensioni difficilmente si trovano all’interno del Pc quindi dobbiamo abbassare la tensione fino al valore desiderato.
Come?
Dobbiamo anteporre al LED una resistenza del valore adeguato.
Ecco la formulina magica pernon far esplodere i LED:
Rs=( Vs-Vf)/If
Dove Rs è il valore della resistenza che dobbiamo mettere,Vs è la tensione primaria,Vf e la tensione richiesta dal LED ed infine If è la corrente che attraversa il LED ( per esperienza uso sempre 0.02a-valore valido solo per led normali, No LED ultraluminosi )

Esempio:dobbiamo collegare un LED verde
Rs=(12-2)/0.02=500 Ohm

Mettiamo il caso che vogliamo collegare più led insieme, in questo caso la Vf sarà la somma delle singole tensioni richieste dai led.

Facciamo la prova con 3 LED rossi:
Rs=(12-5.4)/0.02=330 Ohm


2. LE RESISTENZE

Bene,abbiamo capito come scegliere la resistenza da anteporre al LED, ma come si fa a riconoscere il valore di una resistenza?
Le resistenze(nome corretto resistore) possiedono 4 bande colorate che permettono di stabilirne il valore.
Le bande sono interpretate nel seguente modo:
-1° e 2° Banda: valore numerico della resistenza;
-3° Banda: moltiplicatore espresso in ohm, kiloohm(1kΩ = 1000Ω ) o megaohm(1MΩ=1000kΩ);
-4° Banda: tolleranza
Per leggere correttamente il valore occorre posizionare la resistenza con i valori di tolleranza (generalmente i colori oro o argento) sulla destra.

Esistono anche alcune resistenze (molto meno diffuse e dette di precisione) che hanno 3 bande anziché 2, per la determinazione del valore numerico e un'ultima banda colorata che ne specifica il coefficiente di temperatura.
Tabella 1 VALORI NUMERICI 1° e 2°Banda (anche 3°banda per resitenze di precisione)
-Nero---> 0
-Marrone---> 1
-Rosso--->2
-Arancione--->3
-Giallo---> 4
-Verde --->5
-Blu--->6
-Viola--->7
-Grigio---> 8
-Bianco--->9

Tabella 2 MOLTIPLICATORE 3°Banda ( 4° per resistenze di precisione)
-Argento---> 0.01
-Oro---> 0.01
-Nero--->1
-Marrone--->10
-Rosso--->100
-Arancio --->1K
-Giallo--->10K
-Verde---> 100K
-Blu---> 1M
-Viola--->10M

Tabella 3 TOLLERANZA 4°banda(5°per quelle di precisione)
-Argento---> +- 10%
-Oro--->+- 5%
-Marrone--->+- 1%
-Rosso--->+-2%
-Verde--->+- 0.5%
-Blu--->+-0.25%
-Viola--->+-0.1%

Tabella 4 COEFFICIENTE DI TEMPERATURA( solo per resistenze di precisione)
-Nero--->200ppm/K
-Marrone--->100ppm/K
-Rosso--->50ppm/K
-Arancio--->25ppm/K
-Giallo--->15ppm/K
ppm/K= La variazione di resistenza in ppm (punti per milione) per ogni grado Kelvin.

Esempio con resistenza nella foto sopra
Resistenza a 4 bande--> rosso/giallo/nero/oro
Valore: rosso - giallo. Quindi 24
Moltoplicatore: nero. Quindi x 1
E' dunque, una resistenza da 24
Con una tolleranza del 5% (colore: Oro)

La resistenza deve essere saldata sul positivo


 

3. I LED UV ED UTILIZZO PRATICO
Bene, ora che sapete cos'è un led e riconoscere il resistore necessario per farlo funzionare vi presento i LED UV

Con questi LED ,in coppia con LED normali, una bella ventola,vernici UV e molta fantasia si possono creare giochi di luce spettacolari con risultati migliori rispetto alle comuni ventole leddate.
In commercio esistono diversi modelli di ventole reattive agli UV(Acryan sotto),ma non c'è nulla di difficile nel farvele voi con i colori che preferite.

Dopo molta pratica e montagne di led bruciati riuscirete ad ottenere qualcosa di simile a questo:



 

Ciao ! Lascia un tuo commento:

Pubblica