Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies.
00

Mal di schiena: la postura corretta

di mary 7229

Etichette: prevenire | salute | corpo | schiena Colleziona

Tra casa e ufficio si passano più di dieci ore al giorno seduti. Come avevamo descritto in una precedente guida, una delle cause principali di disturbi alla schiena, è proprio la postura sbagliata e la cattiva organizzazione della postazione lavorativa. Come evitare i mali di ufficio? Ecco alcuni consigli per prevenire il dolore alla schiena da “work station”:

 

Partiamo dallo schermo.

  • - Il monitor va posizionato a livello degli occhi e la distanza tra questi e lo schermo deve essere di circa 50-70 cm, pari alla lunghezza del proprio braccio.
  • - Bisogna evitare di abbassare troppo spesso il collo per prevenire la cervicale
  • - Bisogna prevedere lo spazio necessario tra tastiera e mouse per appoggiare gli avambracci

 

Le spalle vanno tenute basse, il torace aperto e rilassato.

Le posture da evitare:

  • - sdraiati a letto con il pc in grembo
  • - sdraiati supini a letto con il pc davanti
  • - in piedi con il pc su un piano più basso, all’altezza del bacino
  • - ricurvi sulla scrivania con il monitor troppo basso rispetto all’altezza degli occhi

 

Braccia.

  • - Gomiti e braccia devono essere appoggiati sui braccioli
  •  

Mani, ginocchia e piedi.

  • Il polso e le dita della mano devono necessariamente essere rilassati e non assumere posizioni innaturali. Quando la mano impugna il mouse, la postura corretta è la più rilassata possibile e va lasciato spazio libero sul tavolo
  • Quando si usa la tastiera per digitare, i pollici non dovrebbero mai essere piegati sotto i palmi della mani
  • Passiamo alle ginocchia. Queste devono formare un angolo di 90 gradi tra coscie e gambe (lo spazio necessario per consentire di cambiare posizione con frequenza)
  • I piedi devono poggiare sul pavimento o su un poggiapiedi
  •  

E' consigliato utilizzare una sedia ergonomica, girevole e regolabile sia in altezza che nell'angolazione. Il piano d'appoggio stabile, deve consentire alla schiena di aderire perfettamente allo schienale e i piedi devono essere ben saldi al pavimento.

 

Fonte: repubblica.it

Ciao ! Lascia un tuo commento:

Pubblica